logo piccolo

logo piccolo


Gruppo Folcloristico Val Vigezzo

Gruppo Folcloristico
Val Vigezzo

Piazza Risorgimento
28857 Santa Maria Maggiore (VB)

tel. 0324 95013

cell. 348 0357 162

E.mail info@almiramonti.com


altro recapito postale:

c/o
Piazzale Diaz 3
28857 S.Maria Maggiore

Presidente
Balconi Alessandra

Piazza Risorgimento
28857 Santa Maria Maggiore (VB)
tel. 0324 95013
cell. 348 0357 162
E.mail info@almiramonti.com


altro recapito postale:
c/o
Piazzale Diaz 3
28857 S.Maria Maggiore

Presidente
Balconi Alessandra

Il Gruppo Folcloristico Vigezzino nasce nel 1922 con la finalità di diffondere la conoscenza e la cultura della Valle Vigezzo. Lo fondano i fratelli Alfredo ed Erina Belcastro, ristoratori per tradizione familiare. Erina e il fratello - destinato ad imporsi nella pittura - studiano l’abbigliamento e l’ambiente valligiano nei minimi dettagli.

Occorre riproporre meticolosamente i personaggi tipici vigezzini che si sono creati fama consolidata oltre i confini - il pittore, lo spazzacamino, l’emigrante, Giovan Maria Farina, illustre divulgatore dell’Acqua di Colonia inventata dal suo compaesano Gian Paolo Feminis - senza dimenticare quelli che scandiscono con la loro fatica l’ardua quatidianità valligiana: l’artigiano, il capraio, le contadinelle, lo spallone, mitico contrabbandiere per necessità, il postiglione, il boscaiolo, il cacciatore e così via.

Il Gruppo, guidato con rigore dalla esigente “Rinetta” (tale è per tutti la signnorina Belcastro), si distingue per la bellezza e la fedeltà storica che lo impongono, grazie a un nutrito programma di sfilate nelle maggiori città e nei concorsi folcloristici più rinomati, a pubblico e critica italiani e stranieri.

“La gente applaude e la Valle Vigezzo si afferma: ovunque” scrive nel 1929 il Corriere della Sera. “Con questo gruppo scorre l’immagine della vita semplice e agreste che trae il colore delle sue vesti da quelli schietti e limpidi dei campi, delle messi, dei boschi”. Nel 1978, dopo oltre cinquant’anni di instancabile dedizione alla causa della sua valle, Erina Belcastro “abdica” in favore di una giovane insegnante--albergatrice, Susanna Giorgis, da anni sua principale collaboratrice nella conduzione del gruppo. “Susy” intensifica ulteriormente l’attività del complesso arricchendolo di nuovi personaggi appartenenti alla storia vigezzina, fra i quali la mitica “strega” ed il suo persecutore, il pretore Giacomo Guidizzone, inquisitore di triste fama che imperversò in Vigezzo nel 1600. Il resto è storia di oggi. Il gruppo Folcloristico contiua a rappresentare una delle più autentiche, durature e vivaci espressioni della Valle Vigezzo, nota anche come “Valle dei Pittori”, della quale porta ovunque con immutato entusiasmo la storia, la cultura, la tradizione, il colore.